ernesto scontento

“Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo ” (Voltaire)

Marco Biagi: A Cinque anni dal suo assassinio

Posted by ernestoscontento su marzo 20, 2007

Marco Biagi

Post – Pubblicato: Art. Comincia l’Italia. net 20/03/2007

Cinque anni fa, la sera del 19 marzo 2002, un commando delle nuove Br uccise in via Valdonica, nel centro di Bologna, il giuslavorista Marco Biagi, consulente di vari governi in materia di riforme del lavoro, mentre rientrava a casa dopo una giornata trascorsa all’Università di Modena dove insegnava.

I suoi assassini sono stati scoperti e condannati.

Il Capo dello Stato che è, attento alle problematiche del Lavoro, dice “Biagi, lezione da rileggere” ( la Stampa 20/03/07).

Ma oggi cosa rimane per la sinistra della lezione di M. Biagi?

Purtroppo per noi nulla, la sinistra chiama la legge Biagi legge 30, come dire la combattiamo perché non è la sua…..

Il ministri Russo Spena ( leggi art su Repubblica del 19/03/07) vuole una amnistia per gli ex terroristi visto l’ultimo arresto di Cesare Battisti.

Siamo un paese governato da Ipocriti ecco cosa siamo!!!!!, chiedere l’amnistia per chi si è macchiato di terrorismo, fenomeno ancora non estirpato dalla vita civile del paese è, come voler affermare che forse una qualche attenuante c’è per loro.

NO…NO…NO…NESSUNA ATTENUANTE, PER I DELINQUENTI CHE UCCIDONO E’, HANNO UCCISO IN MANIERA BARBARA E VILE, PERSONE INEMRMI CHE SVOLGEVANO IL LORO LAVORO.

Ma soprattutto è, questa sinistra radicale di fede Marxista Leninista che non va bene nel XXI secolo.

La differenza che esiste fra una sinistra ideologizzata, e una sinistra riformista è:
La sinistra ideologizzata combatte la flessibilità facendola passare per precariato a vita ( purtroppo la legge Biagi è stata attuata sotto Berlusconi e tutti i torti non c’è li anno) senza nessuna riflessione in merito.

La sinistra Liberale e riformista invece vuole riportare il lavoro flessibile, nell’alveo del suo concetto originale.
Il lavoro flessibile non è per tutta la vita e per tutti, ma è una opportunità di inserimento nel mondo del lavoro.

Questo è concepibile con i valori di sinistra?

Questa domanda trova una risposta, in un libro dal titolo Reinventiamo la Sinistra a cura di David Miliband del 1996, che riporta gli interventi di alcuni intellettuali riuniti in Inghilterra per volere dei New Labur.

La risposta è si, ma deve rimanere nell’alveo di opportunità, quindi flessibilità momentanea e non permanente.
FORSE ERA QUESTO LO SPRITO CHE HA ANIMATO M. BIAGI, INSERIRE NEL MONDO DEL LAVORO I GIOVANI E GLI ESCLUSI.

E’ FORSE QUESTO IL MESSAGGIO DEL CAPO DELLO STATO ?

Annunci

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: