ernesto scontento

“Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo ” (Voltaire)

Archive for 21 agosto 2007

La chiesa, le tasse e la giustizia sociale.

Posted by ernestoscontento su agosto 21, 2007

Girando girando, mi sono imbattuto in un manifesto del PCI del 1953, dal titolo ” LA GREPPIA” “Alla greppia dello Stato”. 54 anni sono passati (io non ero ancora nato nel 1953) ma il manifesto è significativo, ora come allora…..

Forse le motivazioni erano diverse, ma l’essenza no non cambia: quando c’è da prosciugare le case pubbliche, sembra che i politici siano digiuni fin dalla nascita.

E se gli esempi vengono dall’alto, siamo a posto…….

“È il sistema istituzionale che in molti aspetti deve cambiare”.

È ormai matura, sulla spinta della sollecitazione dell’opinione pubblica e della consapevolezza degli stessi gruppi parlamentari, una profonda riforma della politica.

Walter Veltroni nel suo discorso di Torino era stato chiaro: il nostro sistema democratico è profondamente in crisi con un fossato che si allarga sempre di più, quello tra i cittadini che chiedono regole chiare e servizi efficienti e una politica che sembra sempre di più avvolgersi su se stessa in una difesa, altrettanto appassionata quanto suicida, dei propri privilegi.

Ma se l’analisi è chiara, i comportamenti concreti, lo sono meno!!!!!

Vista l’ultima proposta di legge, di rintrodurre il finanziamento diretto dei partiti, proposta avanzata dal tesoriere dei Ds, Ugo Sposetti.

E visto che , il lupo perde il pelo ma non il vizio…….proverbio confermato dal disegno di legge per introdurre la formula del quattro per mille un modo di sostegno finanziario alle forze politiche.

Non ci resta che attenderci il peggio dall’ arroganza di questa classe politica è senza limiti e pudore……che invece di richiamarsi al sobrio,allo spirito di servizio che dovrebbe animare ogni forma di partecipazione politica; pensano ai loro interessi privati a spese dello Stato ( che è Pubblico).

Di finanziamenti i partiti ne hanno già, e fin troppi ( leggi ultime inchieste del Sole-24 Ore).

I partiti si sono beffati del volere popolare, aggirando di fatto il mandato del popolo sovrano espresso con il voto del referendum del ’93, L’escamotage sono stati i rimborsi elettorali, aumentati più volte a dismisura ,e sempre con voto bipartisan in questi ultimi anni.

Non contenti, si pesca a piene mani nelle casse dello stato, anche con i fondi per i giornali di partito e il finanziamento diretto ai gruppi di Camera e Senato.

Il tutto fatto da una Casta politica che non si fa mancare niente dalle auto Blu da noi 573 mila, contro le 73 mila della Germania e le 72 mila della Francia, dagli sconti sui pasti, alle agevolazioni sugli aerei e treni, in fondo poverini sono quelli con agli  stipendi più alti d’Europa,ed è anche  una casta prolifera ,visto che ai mille parlamentari Italiani ne corrispondono:

– 577 della Francia,
– 646 della Gran Bretagna,
– 614 della Germania,
– 435 degli Stati Uniti,

Il Cardinale Bertone Invita i cittadini a pagare le tasse, se fatte con leggi giuste.

PURTROPPO SUA EMMINENZA, SI DIMENTICA DI DIRE CHE, LA GIUSTIZIA E’ SPESSO SOGGETTIVA, E CHE OCCORRONO UOMINI ILLUMINATI PER FARE COSE GIUSTE E CONSIDERATE GIUSTE DAI PIU’.

Annunci

Posted in Uncategorized | Commenti disabilitati su La chiesa, le tasse e la giustizia sociale.

Caro scuola per le famiglie, ma i politici pensano al finanziamento pubblico dei partiti

Posted by ernestoscontento su agosto 21, 2007

La Società della conoscenza è il futuro!!!

Ma se le famiglie sono tartassate, dall’aumento dei mutui, dall’inflazione che cresce, da uno stato sprecone che gli chiede il 65% dei propri redditi, da banche che erodoni i risparmi invece di farli crescere…..

SE L’ITALIANO ANZICHE’ CITTADINO, VIENE CONSIDERATO SUDDITO…..LE FAMIGLI E’ OVVIO, SONO LE FAMIGLIE DEI SUDDITI.

AI SUDDITI ,NON SI DA SPIEGAZIONI, SI ADDORMENTANO CON I FALSI PROBLEMI, PER DISTRARLI DALLA REALTA’ !!!!

Si parla tanto di riforma sociale equa e solidale, di meritocrazia,di giustizia,di abbattimento dei privilegi….

MA QUI L’UNICA VERITA’ E’ CHE STUDIARE COSTA SEMPRE DI PIU’.

NELLE SOCIETA’ DEMOCRATICHE ,BASATE SULLA CONOSCENZA , LO STUDIO E’ UN DIRITTO!!!!!

IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI E’ LEGITTIMO!!!!

MA SECONDARIO E, SOPARTTUTTO DEVE ESSERE AL MINIMO INDISPENSABILE PER IL MANTENIMENTO DELLA PLURALITA’ DEMOCRATICA.

Soldi ai partiti, Pd in rivolta contro Sposetti

Le tasche dei partiti :Rimborsi elettorali da recor.E così tutti salvano il bilancio. Ogni appuntamento con le urne ci costa un miliardo di euro

Caro scuola, l’indagine di:

Comunicato Stampa 20/08/2007

CARO SCUOLA: ARRIVA PUNTUALE L’APPUNTAMENTO CON LE SPESE PER LA SCUOLA, MA ANCHE QUEST’ANNO DALLE INDAGINI DELL’OSSERVATORIO FEDERCONSUMATORI EMERGONO IMPORTANTI RINCARI FINO ALL’11%.

Come ogni anno, dalle pubblicità televisive irrompenti che sponsorizzano materiale scolastico ai banchi dei supermercati e delle cartolibrerie che traboccano di astucci e quaderni, è facile rendersi conto che è arrivato il periodo di rinnovare il corredo scolastico.

Infatti, nonostante sia possibile per i genitori risparmiare su alcuni articoli facendo utilizzare ai ragazzi quelli dell’anno precedente, le tendenze e le varie pubblicità condizionano ad insistere perché ogni anno vengano rinnovati gli articoli scolastici.

Quindi, oltre alla consistente spesa per i libri, stimabile intorno a 320 € causa un aumento del 5% rispetto alle spese del 2006, i genitori si ritrovano ad affrontare un’elevata spesa, aggravata ulteriormente dai rincari registrati annualmente dal nostro osservatorio nazionale.

Per questi accessori, infatti, la spesa media complessiva, che varia a seconda dell’età del ragazzo, è calcolata in 377 €, con un aumento del 7,2% rispetto al 2006.

Per una famiglia quindi la spesa complessiva sarà di 697 €, 40 € in più sul 2006, pari ad un aumento del 5,7%.

Adusbef e Federconsumatori consiglia comunque di effettuare i propri acquisti presso i supermercati e/o ipermercati in quanto si potrebbe risparmiare fino a circa il 25%.

Per quanto riguarda la spesa dei libri, oltre al solito invito che facciamo alle Istituzioni preposte a non promuovere nuove edizioni effettuando un cambio minimo del contenuto o della copertina, consigliamo che venga utilizzato al meglio e al massimo il mercato dell’usato.

Tabella Aumenti scuola

Posted in Politica, Reset, Welfare | Commenti disabilitati su Caro scuola per le famiglie, ma i politici pensano al finanziamento pubblico dei partiti