ernesto scontento

“Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo ” (Voltaire)

La Bce avverte! “non è abbandonata l’idea del rialzo dei tassi a settembre”

Posted by ernestoscontento su agosto 22, 2007

La decisione della Bce di immettere moneta con un’asta a lungo termine di tre mesi altri 40 miliardi di euro e la conferma che l’Istituto di Francoforte, nonostante gli auspici di segno diverso degli analisti e, del ministro francese dell’Economia Christine Lagarde che in una dichiarazione alla Bbc, afferma, che tassi d’interesse più bassi nell’Eurozona, di sicuro aiuterebbero i mercati e le imprese colpiti dal crak dei mutui sub-prime.

Per altri motivi, ma certamente collegati anche all’agire della BCE, il governatore della Banca D’Italia M. Draghi aveva lanciato l’allarme per il sistema Italia già in Luglio “Sui mutui i tassi più alti d’Europa”.

Ma questo non basta alla BCE per fargli cambiare idea rispetto a quanto indicato a inizio agosto.

L’Eurotower Conferma che la politica monetaria nell’area resta espansiva, sottolineando che la propria posizione, nonostante le turbolenze manifestate dai mercati.

Quindi non esclude un nuovo rialzo dei tassi al 4,25% che dovrebbe essere deciso nella riunione del 6 settembre.

Questa scelta potrebbe significare che secondo la BCE la sete di liquidità generata dalla crisi dei mutui americani è ormai in fase di rientro dalla fase più acuta.

Un segnale di normalizzazione, che potrebbe essere letto nel mercato interbancario dell’Eurozona dove il tasso overnight nel pomeriggio viaggiava sotto il 4 per cento.

Inoltre l’euro, ha chiuso in rialzo nei confronti di quasi tutte le principali valute, a 1,3513 dollari contro 1,3486 di martedì e 1,3493 di mercoledì, a 155,31 yen contro 154,33 di martedi e 155,32 di mercoledi e, a 1,6315 franchi contro1,6230 di martedi e 1,6306 di mercoledi.

Sul finale di seduta anche il dollaro si è consolidato rispetto allo yen, finito a 114,92, , e al franco svizzero, a 1,2071 .

La Banca centrale ricorda che,l’orientamento di politica monetaria resta quello espresso dal presidente Jean Claude Trichet il 2 agosto.

Ma siccome noi di RESET siamo presuntuosi….visto che dopo l’articolo sulle rendite dei Bot e Cct al 20% è arrivato un chiarimento da palazzo Chigi ( che ci leggano???) .

Nella speranza ci legga anche Trichet, noi gli facciamo sapere che anche in Italia ci potrebbe essere il rischio mutui….ma non per incapacità dei bancari che li hanno concessi, ma per l’ottusità della BCE.

In proposito riportiamo alcuni grafici, significativi delle dimensioni del problema.

Grafico 1: Variazione dei Mutui alle Famiglie

Grafico 2 : NUOVI PRESTITI CONCESSI ALLE FAMIGLIE PER L’ACQUISTO DI ABITAZIONI
(var. % sul corrispondente periodo dell’anno precedente)

Grafico 3 : TASSI D’INTERESSE SU PRESTITI BANCARI PER L’ACQUISTO DI ABITAZIONI IN ITALIA (tasso medio)

Grafico 4 : CONSISTENZA MUTUI CONCESSI DALLE BANCHE ALLE FAMIGLIE ITALIANE PER L’ACQUISTO DI IMMOBILI RESIDENZIALI(var. % a 1 anno)

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: