ernesto scontento

“Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo ” (Voltaire)

Firenze Indagine della Guardia di Finanza 10 milioni di sprechi

Posted by ernestoscontento su ottobre 27, 2007

Noi di RESET il 7 Luglio 2007 lo avevamo detto!!!!

Fonte L’espresso in estratto :

A Firenze si moltiplicano solo gli sprechi di Simone Innocenti

Progetti sbagliati, forniture gonfiate di materiali, architetti che si distraggono. Così sono stati buttati via 10 milioni. Ecco l’accusa delle Fiamme Gialle.

A leggere i risultati degli accertamenti sui costi, in città sono tanti gli amministratori a dormire sogni d’oro. Secondo il dossier nella realizzazione dei due progetti il Comune avrebbe buttato via oltre 10 milioni di euro: denaro sprecato per correggere errori grossolani nei disegni, per rettificare previsioni approssimative o addirittura abbattere strutture che strada facendo si sono rivelate mostruose.

E c’è anche di peggio. Perché quando i militari del Nucleo di polizia tributaria hanno dato un’occhiata al famigerato sottopasso sono rimasti perplessi.

È bastato fare i ‘conti della serva’ per capire che anche in superficie le spese non quadravano. È ‘il miracolo di sanpietrino’ con la moltiplicazione delle mattonelle e delle travi.

Prendiamo le lastre in pietra Santa Fiora, un materiale richiesto dalla soprintendenza per limitare l’impatto della costruzione. La ditta fornitrice ne ha fatturati 2.416 metri quadrati; i responsabili dell’opera invece ne hanno fatti pagare al Comune 2.792.

Un giochetto che, secondo i finanzieri, sarebbe costato ai cittadini 130 mila euro.

Ancora più grave sarebbe la ‘cresta’ sulla pavimentazione in porfido, che lievita nel transito dalle fatture al contratto finale: dal momento della consegna i cubetti di porfido misteriosamente si dilatano.

Un sistema che avrebbe permesso ai costruttori di intascare 158 mila euro di troppo.

La fantasia prosegue anche con le travi che sostengono il tetto, che sulla carta assumono dimensioni ben più grosse del reale.

I finanzieri le contano e le confrontano con la superficie fatta saldare al Comune: anche qui 167 mila euro di troppo.

Persino nella bonifica dei terreni dai residuati dei bombardamenti di guerra la spesa esplode: 71 mila euro non dovuti.

Il risultato invece, secondo l’inchiesta, è l’opposto delle buone speranze di partenza.

La conclusione?

Nessuno controllava l’attendibilità degli importi richiesti dalla società a cui era affidata la costruzione.

Non esisteva nessuna contabilità dei lavori: si andava avanti alla cieca.

I finanzieri sono chiari nel definire le responsabilità erariali, a l’architetto numero uno della direzione urbanistica del Comune, viene indicato al primo posto.

Lo segue l’assessore che ha gestito la parte finale del piano finanziario delle opere.

Ma tutta la giunta ha avallato nel silenzio le spese folli del sottopasso: tutti si sono limitati a sancire ‘l’indirizzo politico’ senza nemmeno chiedere lumi sui costi extra.

Ma noi di RESET sul caso Firenze avevo scritto il 7 di luglio questo:

Il sindaco Domenici e, alcuni tecnici, idagati dalla corte dei conti per danno erariale da 9 milioni di euro.

Anzi per la verità nel POST cerano delle chicche, due manuali in PDF fatti dal ministero dei beni Ambientali, per la gestione della legge 109 ( legge che regola gli appalti Pubblici), uno per i responsabili del Procedimento Amministrativo, l’altro per i Direttori dei Lavori. Merce rara, della sua esistenza non lo sa quasi nessuno.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: