ernesto scontento

“Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo ” (Voltaire)

Costo dei programmi a confronto

Posted by ernestoscontento su febbraio 17, 2008

Qui sotto viene riportato uno studio del sole 24 ore sul costo dei due programmi elettorali dei maggiori partiti Italiani PD e PDL.

Ognuno di noi potrà trarre le proprie conclusioni.

Io faccio notare che partiti nuovi, dovrebbero ambire anche ad un modo nuovo di esporre i programmi, magari indicando anche la copertura di spesa (per sommi capi si intende).

Quando si pensa ad un programma elettorale di spesa pubblica, si dovrebbe far capire se si intende aumentare soltanto la spesa corrente, il che poi si traduce in maggiori oneri o in minor servizi per i cittadini, oppure viceversa si prevede anche una riduzione di spesa.

Questo criterio non è da sottovalutare, evidenzia un cambio di tendenza, in quanto viene previsto uno spostamento di risorse economiche verso i bisogni della collettività razionalizzando le spese in essere.

In Italia ci sono molti sprechi di denaro pubblico, se cominciamo a capire che la razionalizzazione della spesa pubblica può essere spostata in favore dei bisogni collettivi, e che migliorando l’efficienza del sistema e la qualità della spesa, si può migliorare tutto il sistema paese senza incidere sulle tasse degli Italiani, tutti sappiamo che ad oggi la pressione fiscale in Italia è oltre la media dei paesi Europei.

Sappiamo anche che una pressione fiscale oltre la misura Europea, danneggia il tenore di vita dei lavoratori dipendenti, blocca la crescita interna per via dei bassi consumi, e danneggia la competitività delle imprese che sono la struttura produttiva del paese.

Costo dei due programmi a confornto

Annunci

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: